SFUEÂI – 17 settembre 2018

Lunedì 17 settembre 2018

Villa Romano, Case di Manzano, via S. Tommaso 8, ore 20.45

SFUEÂI liriche friulane

Elsa Martin – voce Stefano Battaglia – pianoforte Alessio Screm – musicologo

Sfueâi sono “stormi di luci disseminati nell’oscurità del cielo da non si sa quale mano”, recita una poesia di Novella Cantarutti. Uno sguardo verso l’alto, lo sguardo di chi si chiede cosa ci sia oltre a quello che si vede. Interrogativi antichi che abitano l’uomo dalla notte dei tempi, suggestioni che risvegliano e premono verso l’esterno manifestandosi attraverso musica e poesia. Ed è la poesia friulana che qui diviene musa, quella di autori del passato e del presente, in cui emerge naturale il senso del sacro, la vita e i suoi valori più profondi e reali, la natura, l’amore per la bellezza e le persone, spesso attraverso una semplicità e un senso della verità disarmanti. La lingua friulana come recupero e ricerca, non solo come sopravvivenza di ciò che è puro e incontaminato, ma come possibile ponte tra origine e futuro, lingua di terra e di metafore, di radici e simbolismi, che comprende al contempo la purezza rustica del mondo contadino e le diversità della sperimentazione letteraria, le parole arcane discese dai padri, misteriose eppure così chiare, ma anche una sorta di laboratorio linguistico che porta le tradizioni trecentesche in una dimensione del tutto emotiva, al di là del significato stretto della parola stessa.

Sfueâi, lo spettacolo di Elsa Martin e Stefano Battaglia, è l’omaggio in musica ai poeti del Friuli contemporaneo: Pier Paolo Pasolini, Novella Cantarutti, Pierluigi Cappello, Amedeo Giacomini, Federico Tavan, che attraverso le loro opere hanno recuperato e reinventato la lingua friulana, nelle diverse varianti dei luoghi di provenienza.

Liberalità 5 euro – vin d’honneur

con la collaborazione di

Invito