Mulini della tradizione e riferimenti culturali – 7 settembre 2018

Escursione con visite all’antico Mulino di Sterpo, al Mulino Zoratto, conservato perfettamente in tutte le strutture idrauliche e funzionante ad acqua dal 1450, attrezzato per macinare granaglie e battere il baccalà (unico in Italia ) e al Mulino di Glaunicco.

Il Mulino di Glaunicco è ricco di storia: se ne parla fin dal 1405 quando forniva la Serenissima Repubblica di Venezia e l’Abbazia di Sesto al Reghena dei frati benedettini. In tempi più recenti – nel 1881 – il Nievo vi ambienta la novella paesana “Il Varmo”. Nel 1965 Padre Turoldo sceglie il Molino di Glaunicco per girare alcune scene del Film “Gli Ultimi”. Nel 1968 il Molino di Glaunicco viene incendiato. Ormai del tutto abbandonato e ridotto in pessime condizioni, il Molino viene acquistato nel 1968 dalla Famiglia Del Negro. La prima sfida imprenditoriale è stata quella di trasformare il Molino in un ristorante, immerso nel verde e lambito dalle fresche e cristalline acque delle sorgenti del fiume Varmo, tanto da far sognare la tranquilla serenità dei tempi andati.

PROGRAMMA

” … poi queste meravigliose bellezze…
il Varmo fa cortese omaggio al villaggio di Glaunicco… un mulino li presso… c’è tanto antico… stupisce di non veder la ruota volare in frantumi… così marcia e adentata… pur segue a danzare”

Ippolito Nievo, “Il Varmo” 1856

Ore 9.30 – Ritrovo alla Lidl di viale Venezia, partenza di gruppo, visite ai Mulini.

Pranzo a Glaunicco, Località Molino n. 4, Glaunicco di Camino al Tagliamento.

Momento culturale con conversazione sui mulini dal punto di vista rurale, sulla figura di Ippolito Nievo e di Padre Davide Maria Turoldo che si sono ispirati a questo luogo per tramandarci uno scorcio della loro vita vissuta.

Rientro a Udine previsto per le ore 16.00.
Contributo € 25 – Prenotare telefonando a Luciana Variola
(Cell. 339 1244284) entro mercoledì 05/09.

Invito Mulini